Assicurazione grandine: come richiedere e ottenere il rimborso

Assicurazione grandine: come richiedere e ottenere il rimborso

Una violenta e improvvisa grandinata potrebbe danneggiare seriamente un'automobile o un veicolo in generale, lasciando il proprietario con un conto salato, anche di migliaia di euro, di riparazione: meglio perciò tutelarsi con un'assicurazione antigrandine, una copertura accessoria, ovvero facoltativa, che rientra nella ben più ampia famiglia degli eventi atmosferici.

Secondo le più recenti statistiche solo il 12% degli automobilisti italiani ha assicurato la propria vettura contro i danni da grandine, eppure il costo annuale relativamente contenuto (si viaggia su una media di 150 euro, cifra ovviamente variabile a seconda del valore del veicolo e di altri fattori) dovrebbe favorire una maggior diffusione di questa polizza. Immaginiamo per esempio gli ingenti danni che potrebbero provocare certe grandinate con chicchi grossi come noci sulle carrozzerie delle auto, magari nuove: senza assicurazione la riparazione peserebbe interamente sui proprietari delle vetture.

Detto questo, vediamo la procedura da seguire per richiedere e ottenere il risarcimento di un'assicurazione grandine: come prima cosa, ma ci sembra persino inutile sottolinearla, al momento della stipula della polizza auto accessoria contro gli eventi naturali è necessario verificare che siano compresi nella garanzia anche i danni provocati dalla grandine. Poi, una volta verificatosi l'evento, si presenta richiesta di risarcimento alla propria compagnia assicurativa, allegando una denuncia ai Vigili del Fuoco o alla Protezione Civile oppure il bollettino dell'Osservatorio Meteo più vicino che certifichino l'avvenuta grandinata nell'ora e nel giorno indicati sulla richiesta, e possibilmente delle foto della vettura danneggiata.

A quel punto la compagnia nomina un perito che ha il compito di visionare l'automobile per verificare che i danni siano stati davvero provocati dall’evento naturale, e anche per stimare la cifra dell'eventuale riparazione (e quindi del risarcimento). Solitamente per stabilire il valore di mercato del veicolo, si prende come riferimento temporale il giorno prima dell'evento atmosferico.

Come spesso accade, la polizza di assicurazione grandine potrebbe prevedere un massimale o una franchigia (lo entrambi), per cui non è detto che l'assicurato riesca a ottenere un rimborso totale del danno. Il consiglio è sempre quello di controllare con attenzione tutte le clausole prima di sottoscrivere il contratto.